Cari colleghi, facendo seguito alla proclamazione dello sciopero ed allo stato di agitazione, indetto dalla nostra Associazione a seguito dell'Assemblea Nazionale del 20/01/2017, si è provveduto ad inviare ai Ministeri di riferimento ed alla Commissione di Garanzia per lo Sciopero la data e le motivazioni per le quali si era proclamata la giornata di astensione dal lavoro.
Nella giornata del 14 Febbraio 2017 siamo stati quindi chiamati presso il Ministero del Lavoro a partecipare ad un incontro con i rappresentanti dell'Amministrazione INPS per esperire l'obbligato tentativo di conciliazione, propedeutico all'attuazione dello Sciopero e dello stato di agitazione deciso.


Durante il confronto con la nostra delegazione è emersa la disponibilità dell'Amministrazione INPS di svolgere un approfondimento sulle tematiche dello sciopero per valutare i possibili punti di convergenza con l'ANMI-FEMEPA.
Nella considerazione che la Determina Presidenziale già presentata era stata comunque sospesa, che si è realizzato nell'ultimo mese un rinnovamento dei Vertici dirigenziali dell'Istituto con i quali non è stato ancora possibile confrontarci sulle nostre specifiche tematiche, cogliendo l'invito del Ministero a proseguire il confronto, la delegazione ANMI-FEMEPA ha ritenuto di poter sospendere temporaneamente lo sciopero dichiarato per la data stabilita, e le altre attività di lotta, riservandosi di decidere alla fine degli incontri con l'Amministrazione se revocarlo o realizzarlo in altra data.
Abbiamo fatto, quindi, un'apertura di credito nei confronti dell'Amministrazione, anche nell'evidenza della proroga degli incarichi UOS ed UOC assicurataci e poi sottoscritta in pari data dalla Direttrice Generale.
Si è parimenti ricordato che qualora non si realizzassero momenti di interlocuzione fattiva con l'Amministrazione, ovvero se tale parvenza di apertura non fosse poi ossequiata da fatti concreti, in un momento che peraltro ci vede preoccupati riguardo all'ulteriore aggravio di lavoro per il "polo unico della malattia", la nostra disponibilità verrà immediatamente meno.
Pertanto, la procedura di conciliazione si è solo congelata e si provvederà ad avvertire il Ministero del Lavoro circa le ulteriori decisioni che verranno assunte in seno alla nostra Associazione.
Il giorno 15 febbraio us, ho partecipato, come CODIRP, presso il Ministero della Funzione Pubblica nell'ambito degli incontri per la ridefinizione del Testo Unico della Pubblica Amministrazione. In tale sede, considerata la ormai annosa e insostenibile carenza di personale e di progressione in UOC dei medici INPS, ho chiesto che la ripresa dei concorsi e la stabilizzazione dei medici precari venga attuata anche in INPS e non solo per il comparto SSN.
Roma, 17 febbraio 2016
Francesco Ammaturo

Polizza responsabilità civile

L'Associazione propone una polizza responsabilità civile a tutti i suoi associati.

Scopri i dettagli >

ANMI - FEMEPA

L'Associazione, aperta a tutti i medici INPS in servizio o in quiescenza ed ai medici esterni in convenzione, ha lo scopo di tutelare gli interessi morali, economici e giuridici dei propri iscritti, di assisterli in controversie sindacali e di promuovere iniziative di carattere culturale, medico legale, assicurativo e previdenziale, approfondendo le leggi, la deontologia medica e la normativa interna dell'Istituto.

Convegni

Roma, 24 maggio 2016 - ore 11.30 L'ANMI-FeMEPA con le Associazioni confederate in CODIRP al FORUM PA locandina
Visualizza tutti iConvegni  

Area associati

In relazione al Disegno di Legge unificato n° 2224 in esame in tema di Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario...
Polizza Responsabilità Civile
Venerdì, 05 Febbraio 2016
Polizza Responsabilità Civile con la Compagnia Reale Mutua in formula collettiva; possono aderire tutti gli Associati ANMI- FeMEPA: Medici INPS (dipendenti, a contratto e personale in quiescenza)....
"Indagine conoscitiva sull'organizzazione dell'attività dei medici che svolgono gli accertamenti sanitari per verificare lo stato di salute del dipendente assente per malattia"
Sentenza Tar su verifiche straordinarie
Martedì, 13 Maggio 2014