Oggi pomeriggio abbiamo firmato il CCNI 2018 per il personale dell’Area Medica.

L’Amministrazione ha proposto una bozza che, sostanzialmente ricalca il CCNI del 2017, apportando alcune modifiche che riteniamo positive.

In particolare è stato aumentato di circa € 100.000 il Fondo relativo alla retribuzione di risultato per i progetti speciali.

Inoltre all’art. 7, alla luce della Determina Presidenziale n.125 del 2017, il contratto prevede che la valutazione della qualità della prestazione individuale dei medici venga effettuata dal Direttore Generale, sulla base della proposta motivata e argomentata dei Coordinatori Medici ( Generale, Centrale e Regionale).

Viene così riconosciuta, nella valutazione della qualità della prestazione professionale dei medici, l’autonomia organizzativa e professionale dell’Area Medica dell’Istituto così come previsto dalla suddetta determina.

Nel corso della discussione, abbiamo evidenziato che nell’anno 2018 sono stati introdotti dei nuovi indicatori del Cruscotto Gestionale per l’Area Medica e che i primi dati forniti dall’Amministrazione sono pervenuti con notevole ritardo; pertanto non è stato consentito a tutti i CML di apportare i dovuti correttivi ai fini del raggiungimento degli obiettivi.

Abbiamo quindi ottenuto, al riguardo, la stesura di una nota congiunta in cui le parti impegnano l’Amministrazione a rivedere, per i medici, le criticità del sistema di valutazione dei risultati.

Altra problematica affrontata è stata quella di una possibile individuazione di modalità di finanziamento aggiuntivo, correlato all’attività di accertamento dell’invalidità civile in regime di convenzione; a tal proposito è stata inserita in coda al contratto una nota congiunta in cui le parti si impegnano a un’analisi tecnica, in tempi brevi, della problematica.

Il saldo relativo al CCNI 2018 sarà erogato dopo la certificazione da parte dei Ministeri competenti e l’approvazione della Relazione sulla performance per il 2018.

Roma, 27.05.2019

             Il Segretario Nazionale                                                    Il Presidente

              Giuseppe Fatigante                                                   Giuseppina D’Intino

Polizza responsabilità civile

L'Associazione propone una polizza responsabilità civile a tutti i suoi associati.

Scopri i dettagli >

ANMI - FEMEPA

L'Associazione, aperta a tutti i medici INPS in servizio o in quiescenza ed ai medici esterni in convenzione, ha lo scopo di tutelare gli interessi morali, economici e giuridici dei propri iscritti, di assisterli in controversie sindacali e di promuovere iniziative di carattere culturale, medico legale, assicurativo e previdenziale, approfondendo le leggi, la deontologia medica e la normativa interna dell'Istituto.

Convegni

Roma, 24 maggio 2016 - ore 11.30 L'ANMI-FeMEPA con le Associazioni confederate in CODIRP al FORUM PA locandina
Visualizza tutti iConvegni  

Area associati

In relazione al Disegno di Legge unificato n° 2224 in esame in tema di Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario...
Polizza Responsabilità Civile
Venerdì, 05 Febbraio 2016
Polizza Responsabilità Civile con la Compagnia Reale Mutua in formula collettiva; possono aderire tutti gli Associati ANMI- FeMEPA: Medici INPS (dipendenti, a contratto e personale in quiescenza)....
"Indagine conoscitiva sull'organizzazione dell'attività dei medici che svolgono gli accertamenti sanitari per verificare lo stato di salute del dipendente assente per malattia"
Sentenza Tar su verifiche straordinarie
Martedì, 13 Maggio 2014