Archivio comunicati 2021

Ieri abbiamo firmato la pre-intesa per l’ACN dei medici convenzionati.
Considerati i limiti normativi ed economici entro i quali è stato necessario definire l’Accordo, ci riteniamo abbastanza soddisfatti.
Oltre agli incarichi per 35 ore settimanali, è stata prevista la possibilità di incarichi part-time per rispondere alle diverse esigenze dei colleghi.
Nell’individuazione dei punteggi, su nostra richiesta, è stato valorizzato il servizio prestato presso l’Istituto rispetto ai titoli, così da dare il giusto riconoscimento ai colleghi che da tanti anni lavorano pressi i nostri CML.

Il 21 ottobre u.s. abbiamo partecipato all’incontro per la stipula dell’ACN dei medici convenzionati.
L’Amministrazione non ha presentato documenti, pertanto la discussione ha affrontato tematiche generali per la definizione dell’Accordo.
In particolare sono state valutate le risorse disponibili, già individuate dalla relazione tecnica di accompagnamento alla legge di bilancio 2019 che ha previsto la stipula di una convenzione tra INPS e 820 medici.

COMUNICATO N. 16/2021

 

È di questi giorni il conferimento a medici di I livello di incarichi ad Interim di Coordinamento di Unità Operativa Complessa dell’Area Medica.
L’Amministrazione ha, quindi, introdotto una nuova modalità per affidare incarichi temporanei di coordinamento UOC nelle more dell’avvio e dell’espletamento della procedura concorsuale per medici di II livello.
Tuttavia, tale tipologia di incarico ad Interim non risulta previsto, per l’Area Medica, da nessuna norma né dal CCNL.
L’Istituto, ancora una volta, finge di non conoscere quale sia l’attuale stato giuridico dei suoi medici dipendenti.

Ieri mattina si è tenuto un incontro sui “Criteri per il conferimento degli incarichi di Coordinamento dei professionisti”.
L’Amministrazione, dopo aver ricevuto le osservazioni di tutte le sigle sindacali, ha fornito chiarimenti sulla bozza di documento presentata il 28 luglio u.s.
Innanzitutto, dobbiamo rilevare con soddisfazione che molte delle nostre osservazioni e proposte sono state recepite.

Cari colleghi,
in queste ultime settimane la nostra Associazione ha partecipato a diversi incontri, all’interno e all’esterno dell’Istituto, per affrontare tematiche di rilevante interesse per l’Area Medico-Legale.
Si è aperto il tavolo per la definizione dell’ACN per i colleghi convenzionati e, riguardo alla bozza presentata dall’Amministrazione, abbiamo evidenziato tutti gli aspetti che, a nostro avviso, vanno migliorati. In particolare, abbiamo chiesto che venga valorizzato tutto il servizio prestato in INPS proponendo una ridefinizione dei parametri di valutazione, così da dare la giusta valorizzazione ai colleghi che da molti anni lavorano presso i nostri CML. Tale aspetto per noi risulta imprescindibile e siamo certi che anche le altre OO.SS. non potranno che essere d’accordo.

Ieri si è svolto il primo incontro dell’Amministrazione con le Organizzazioni Sindacali sull’Ipotesi di Accordo Collettivo Nazionale per la Medicina Convenzionata INPS.
L’incontro di apertura ha visto un’ampia partecipazione di sigle sindacali ma la Dott.ssa Sampietro, Direttore centrale delle Risorse Umane e capo delegazione INPS, ha precisato che per i prossimi incontri saranno convocate solo le OO.SS. rappresentative ai sensi dell’Atto di Indirizzo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 7 giugno scorso.
Come già indicato, l’Anmi-Femepa è una delle poche sigle che saranno ammesse al tavolo delle trattative ai sensi della normativa di riferimento.
Nell’introdurre l’incontro, la Dott.ssa Sampietro ha fornito alcune importanti indicazioni, anche correlate all’atto di indirizzo:

Nei giorni scorsi è stata presentata alle Organizzazioni Sindacali l’Ipotesi di CCNI 2020 per il personale dell’Area Medica.
Il testo ricalca, nella sostanza, il precedente CCNI 2019 con un aumento di circa 2 milioni di euro del Fondo per la retribuzione accessoria, correlato per motivi tecnici al CCNL 2016-2018 che abbiamo sottoscritto in ARAN nel marzo 2020.
Sempre in applicazione del suddetto CCNL sono stati introdotti due nuovi articoli:

L'Anmi-Femepa esprime la propria solidarietà al collega dott. Nelson Yontu per l’episodio di violenza e intolleranza che lo ha coinvolto nell'esercizio delle sue funzioni di medico fiscale INPS.
Questo episodio evidenzia come sia ormai inderogabile dare seguito all'Accordo Collettivo Nazionale per la medicina fiscale INPS, sottoscritto con le Organizzazioni Sindacali fin dal 30 luglio 2020 e ancora in attesa di entrare in vigore, nel quale sono previste quelle giuste tutele legali che sono tuttora mancanti per questi colleghi che svolgono una funzione fondamentale negli accertamenti medico-legali correlati all'indennità di malattia dei lavoratori pubblici e privati.
Sollecitiamo, quindi, l’Amministrazione a definire con estrema urgenza l’ACN per la Medicina Fiscale e ad aprire il tavolo per la stipula dell’ACN per i medici convenzionati esterni così da assicurare a tutti i medici le dovute e necessarie tutele.

Roma, 07/06/2021

Il Segretario Nazionale             Il Presidente
   Giuseppe Fatigante         Giuseppina D’Intino

Facendo seguito alle richieste del 25/04/2021, abbiamo sollecitato un incontro urgente con il Presidente, la Direttrice Generale e la Direttrice Centrale Risorse Umane in merito al messaggio Hermes n. 1821/21 relativo all’accertamento in materia di invalidità civile.
Ciò in considerazione delle materie in esso contenute e del carattere interlocutorio dell’incontro del 28 aprile u.s.

Roma, 06/05/2021

Il Segretario Nazionale                  Il Presidente
  Giuseppe Fatigante                Giuseppina D’Intino

Mercoledì scorso (28/04/2021), abbiamo incontrato l’Amministrazione per discutere la bozza del messaggio relativa al piano di recupero delle giacenze dei Centri Medico Legali.
Preliminarmente, abbiamo ribadito la carenza di personale medico che ormai ha raggiunto livelli insostenibili.

Nei giorni scorsi, abbiamo incontrato il Coordinatore Generale Medico Legale per approfondire i vari aspetti della ipotizzata partecipazione alla Campagna Vaccinale anti-Covid in ambito INPS.
In considerazione dell’emergenza sanitaria da Sars-Cov2 e della chiamata in campo di ogni medico o altro personale sanitario sul territorio nazionale, abbiamo ribadito la disponibilità a partecipare alle attività connesse alla vaccinazione, che nei prossimi mesi interesserà non più solo le categorie a rischio ma tutta la popolazione.
Abbiamo valutato gli aspetti critici legati alla logistica e all’organizzazione della campagna vaccinale e abbiamo proposto al Coordinatore Generale Dr. Migliorini di rendere disponibili, per quanto ci riguarda, le nostre risorse professionali.

Nei giorni scorsi abbiamo partecipato ai Tavoli Tecnici relativi all’aggiornamento dei criteri generali di misurazione della Performance Organizzativa per l’anno 2021 sia per i Medici e i Professionisti che per i Dirigenti dell’Istituto.
Rispetto all’incontro preliminare del gennaio scorso, l’Amministrazione ha fornito dati di produzione in riferimento agli anni passati dai quali risulta come l’obiettivo del miglioramento continuo, rispetto all’anno precedente, non sia più funzionale e adeguato nella misurazione della Performance.

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di discutere in varie sedi e in diverse occasioni quale dovesse essere il ruolo dell’Istituto nell’ambito della campagna vaccinale in corso.
In questo momento di emergenza in cui il Paese si appresta a organizzare la più ampia e capillare campagna vaccinale degli ultimi decenni, riteniamo che il personale medico dell’Istituto debba essere pronto a dare il proprio contributo.
Per questo abbiamo sollecitato il Coordinamento Generale Medico-Legale a operare in tal senso e, in quest’ottica, condividiamo la disponibilità al coinvolgimento dei propri medici che l’Istituto ha appena comunicato.

Roma, 16/03/2021

 

Il Segretario Nazionale                Il Presidente
  Giuseppe Fatigante               Giuseppina D’Intino

Questa mattina abbiamo incontrato in conference-call il Presidente Prof. Tridico e il Direttore Centrale Risorse Umane Dott.ssa Sampietro.
La nostra richiesta di incontro è stata determinata dalla necessità di approfondire gli aspetti critici legati alle carenze dell’Area Medico-Legale, sia in termini di risorse umane che da un punto di vista progettuale e di sviluppo futuro.

Da tempo abbiamo segnalato all’Amministrazione la drammatica situazione dei Centri Medico Legali della Lombardia, sia per quanto riguarda la cronica assenza delle figure di Coordinamento in una regione che comprende ben 12 province, sia per la carenza di medici convenzionati che sono oggettivamente di più difficile reperimento nel Settentrione.

L’atto di indirizzo del 12/02/2021 dà l’avvio alla stipula della nuova convenzione per i medici esterni.
Finalmente verranno garantite tutele e stabilità ai colleghi che lavorano da anni al nostro fianco nei CML.

A TUTTI I COLLEGHI
POLIZZA ASSICURATIVA R.C. PROFESSIONALE 2021/2022

 

Abbiamo stipulato con la Compagnia Reale Mutua Assicurazioni la nuova polizza assicurativa, sempre in formula collettiva, rivolta a tutti i Medici dipendenti, ai Medici Convenzionati INPS e ai Medici in quiescenza iscritti all’ANMI-FEMEPA.

Ricordiamo che detta polizza copre sia l’attività di medico INPS che l’attività di CTU/CTP, consulenza medica, medico legale, medico del lavoro
(con esclusione degli interventi chirurgici).

Cari colleghi,

siamo prossimi al primo rinnovo della nuova polizza assicurativa che sarà riconfermata alle condizioni già in essere.

La novità di quest’anno è che la Garanzia Base potrà essere sottoscritta anche dai medici convenzionati nuovi iscritti.

Ieri l’Amministrazione ha convocato le OO.SS. per un confronto, secondo quanto previsto dal CCNL 2016-2018 per il personale dell’Area Funzioni centrali, in materia di aggiornamento dei criteri generali di misurazione della performance organizzativa per l’anno 2021.

Da molto tempo abbiamo segnalato la necessità di rivedere gli attuali indicatori del Cruscotto su cui si basa l’erogazione della retribuzione di risultato; tuttavia l’Amministrazione ha proposto l’introduzione di nuovi parametri che, a nostro avviso, non sono adeguati alla misurazione dell’attività medico-legale.

Area associati

Polizza Responsabilità Civile con la Compagnia Reale Mutua e Polizza Tutela Legale Reale Mutua in formula collettiva; possono aderire tutti gli Associati ANMI- FEMEPA: Medici INPS (dipendenti,...
In relazione al Disegno di Legge unificato n° 2224 in esame in tema di Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario...
"Indagine conoscitiva sull'organizzazione dell'attività dei medici che svolgono gli accertamenti sanitari per verificare lo stato di salute del dipendente assente per malattia"
Sentenza Tar su verifiche straordinarie
Martedì, 13 Maggio 2014

Convegni

Roma, 24 maggio 2016 - ore 11.30 L'ANMI-FeMEPA con le Associazioni confederate in CODIRP al FORUM PA locandina
Visualizza tutti iConvegni  

Polizza responsabilità civile

Rinnovata la Polizza Rc Professionale in scadenza il prossimo 28/2/2022 e NOVITA' Tutela Legale.

Possono aderire alla nuova polizza collettiva i Medici dipendenti, Convenzionati e in Quiescenza

associati ANMI-FEMEPA

per maggiori informazioni rivolgersi alla Segreteria Nazionale

all'indirizzo mail [email protected] 

 

L'attività dell'ASSOCIAZIONE prosegue anche in questo periodo.

Scopri i dettagli >